Dati di traffico passeggeri e merci

Al fine di fornire indicazioni aggiornate sulla mobilità delle persone e delle merci in Italia, in questa pagina riportiamo un brevissimo estratto dell’ultimo numero della pubblicazione Osservatorio sulle tendenze della mobilità durante l’emergenza sanitaria del COVID-19 predisposto, con cadenza trimestrale, dalla Struttura Tecnica di Missione del Mims-Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile. Per avere maggiori informazioni sui dati e su tutte le informazioni disponibili, consultare direttamente la pubblicazione al seguente link
Osservatorio sulle tendenze della mobilità durante l’emergenza sanitaria del COVID-19
(I trimestre 2022)

Ultimo aggiornamento 24 giugno 2022

Estratto dall’Osservatorio sulle tendenze della mobilità durante l’emergenza sanitaria del COVID-19 (I trimestre 2022):

“La domanda di mobilità nel primo trimestre del 2022 ha visto, per tutte le modalità di trasporto, una netta ripresa rispetto a quanto osservato in analogo periodo del 2021, con aumenti per i vari comparti compresi tra il 7% per il traffico autostradale delle merci e il 269% per la domanda passeggeri su servizi ferroviari ad Alta Velocità (AV), sino al 401% per la domanda passeggeri su servizi aerei. Rispetto al 2019, invece, le tendenze appaiono molto variegate. Nei primi tre mesi del 2022 il traffico stradale e ferroviario di passeggeri è ancora nettamente inferiore a quello prepandemico (con discrepanze comprese tra il 7% e il 43%), ma mentre per il il primo si nota a marzo un peggioramento rispetto alla situazione rilevata a dicembre 2021 (2 punti percentuali persi sia per il traffico registrato sulla rete ANAS che sulla rete autostradale), per quello ferroviario si rileva una tendenza opposta (6 e 8 punti in più per i servizi AV e IC/ICN, rispettivamente). Tale circostanza è in parte spiegata dall’aumento dei contagi osservati nei primi mesi del 2022 (Figura 1.17), oltre che dalla stagionalità, che differenzia la mobilità di dicembre da quella di marzo. Per ciò che concerne il traffico stradale di veicoli pesanti, si conferma un’accelerazione degli spostamenti, ormai stabilmente superiori a quelli del 2019 (+2% sulla rete autostradale e +5% su quella ANAS nel primo trimestre del 2022). 

TABELLA: SINTESI DELLE TENDENZE DELLA DOMANDA DI MOBILITÀ E
DELL’OFFERTA DI SERVIZI (MARZO 2022 E CONSUNTIVO PRIMO TRIMESTRE 2022)

A marzo 2022 il trasporto pubblico locale appare, invece, ancora inferiore di circa il 16% rispetto al corrispondente periodo del 2019, ma in netta ripresa rispetto a quanto rilevato a dicembre 2021 (+7 punti percentuali).

A marzo 2022 il traffico aereo mostra ancora una forte riduzione per i passeggeri (-30%) rispetto al 2019, ma un chiaro miglioramento rispetto a quanto rilevato a dicembre (+5 punti percentuali). Parallelamente, il traffico delle merci presenta un aumento del 2% rispetto al corrispondente periodo del 2019 (2 punti percentuali persi rispetto a dicembre 2021).

A febbraio 2022 il traffico marittimo sui traghetti si colloca su livelli superiori del 4% a quelli pre-pandemici, mentre quello relativo alle crociere è ancora inferiore del 79% (rispettivamente 6 e 5 punti percentuali persi rispetto a dicembre 2021). 

Infine, le tendenze della mobilità nelle città che emergono dall’analisi di data base open source mostrano come, a marzo 2022, rispetto a periodo pre-pandemico: 
§ la permanenza nei dintorni dei luoghi di residenza sia aumentata del 4% (a fronte di una crescita del 5% rilevata a dicembre 2021);
§ gli spostamenti per acquisti di prima necessità (negozi di alimentari, mercati, farmacie e parafarmacie) siano aumentati del 12% (+21% a dicembre 2021);
§ gli spostamenti verso altri luoghi (piazze, parchi, giardini pubblici spiagge, porti turistici) sono aumentati del 16% (+8% a dicembre 2021); 
§ gli spostamenti verso ristoranti, bar, centri commerciali, parchi a tema, musei, biblioteche e cinema sono diminuiti del 15% (-8% a dicembre 2021);
§ gli spostamenti verso luoghi di lavoro sono diminuiti del 9% (-20% a dicembre 2021).”