Home

Costituita nel 1993, FEDERTRASPORTO – Federazione nazionale dei sistemi e delle modalità di trasporto e delle attività connesse raccoglie le associazioni di operatori e gestori di infrastruttura del settore trasporti, logistica e turismo aderenti a Confindustria.
Clicca qui per continuare

Aderiscono a Federtrasporto

Dalle nostre Associate

Maggio 2020

27 maggio 2020

FEDERTURISMO-CONFINDUSTRIA – Il grido d’allarme di #Federturismo e delle sue 20 filiere: il settore è senza ossigeno, senza nuovi interventi difficile qualsiasi ripartenza. Clicca qui per continuare

26 maggio 2020

45 milioni destinati agli interporti dal Ministero dei Trasporti. Clicca qui per continuare

22 maggio 2020

ANITA – Sospesi ancora i divieti di circolazione dei mezzi pesanti – Occorre ora fare un altro passo nell’interesse del Paese. Clicca qui per continuare

21 maggio 2020

Italia a rischio isolamento, ASSAEROPORTI invita il governo ad uniformarsi agli standard europei sul distanziamento a bordo degli aeromobili. Clicca qui per continuare

FEDERTURISMO CONFINDUSTRIA: elezione di Bonomi grande segnale di unità. Clicca qui per continuare

8 maggio 2020

ANITA denuncia continui blocchi da parte austriaca dei passaggi al Brennero. Clicca qui per continuare

FEDERTURISMO (Lalli): non si può liberalizzare l’attività di Pubblico Spettacolo, le regole esistono e vanno rispettate. Clicca qui per continuare

7 maggio 2020

FEDERTURISMO CONFINDUSTRIA: Marina Lalli è la Presidente designata. Clicca qui per continuare

1 maggio 2020

Giuseppe Vinella confermato alla guida di ANAV/CONFINDUSTRIA. Diramate oggi le linee guida dell’associazione per la Fase2 dell’emergenza. Clicca qui per continuare

Vai all'Archivio

In evidenza

Articoli ed interviste sui trasporti

L’Europa? A gennaio c’era poco oggi abbastanza

Articolo del Prof. Brandani su Espansione – Maggio 2020

Metro, treni, autobus – Prove di Fase 2: il rebus del distanziamento

Di Luca Mattei, da FS News

Treni e autobus semivuoti in tempi di lockdown, chiamati ad assicurare il distanziamento sociale nelle settimane e mesi a venire con un progressivo aumento di viaggiatori. La situazione del trasporto pubblico alla prova del Covid-19 è stata oggetto di un’attenta riflessione di Alberto Brandani, presidente di Federtrasporto in un’intervista a Class CNBC.

«Nel settore del trasporto pubblico locale abbiamo avuto finora una contrazione del 95% del numero di passeggeri e del 90% dei ricavi da traffico, mentre la riduzione della produzione mediamente è andata dal 25 al 40%. A fronte di un crollo verticale dei ricavi, i costi sono rimasti sostanzialmente alti, considerando i fornitori, il personale, i mezzi, le nuove procedure di sanificazione, l’adozione dei dispositivi di sicurezza. È evidente che così viene a mancare la sostenibilità economica del servizio».

E il problema si pone anche nel futuro quando l’offerta di servizi dovrà aumentare, teoricamente anche più di quella ordinaria, per tentare di assicurare un sufficiente distanziamento sociale a bordo dei convogli. «Il TPL, in tutte le società del mondo, aveva due requisiti: avere costi relativamente bassi e far arrivare nel più breve tempo possibile in un determinato posto il maggior numero di utenti. Con il distanziamento previsto questi requisiti sono messi in grave difficoltà». È necessario quindi studiare degli specifici interventi con cui sostenere il settore del trasporto. «Le misure che il Governo ha assunto – prosegue Brandani – come la cassa integrazione e il credito garantito fino al 90%, sono importanti ma non sufficienti per evitare il collasso del sistema». Una possibile soluzione economica potrebbe giungere dall’Europa. «Ritengo si debba fare una battaglia – dichiara Brandani – affinché nei cospicui fondi di intervento della BEI ci siano delle quote dedicate proprio al ristoro dei mancati budget delle aziende di trasporto».

Secondo Brandani, almeno in questa prima fase di progressivo ritorno al lavoro, c’è un compartimento del trasporto che potrebbe avere meno difficoltà: «Il trasporto regionale ferroviario si potrà difendere meglio perché finora sono stati in circolazione 2.000 treni regionali al giorno e Ferrovie dello Stato pensa di farne scendere in campo dal 4 maggio da 3.500 a 4.000, e dovrebbe essere quindi più facile assicurare il distanziamento richiesto. Penso invece alle metropolitane, lì ci sarà una difficoltà estrema. E, in prospettiva, se i treni regionali – conclude Brandani – continueranno penso a essere molto utilizzati, temo che nelle grandi città il collasso temporale nelle ore di punta implicherà la preferenza per una serie di strumenti alternativi, come auto private e bici».

Aggiornamenti Statistiche

20 maggio 2020
Nella Sezione Statistiche sono stati aggiornati i dati mensili ed annuali dei Prezzi al consumo per l’intera collettività e dei  Prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati

6 maggio 2020
Nella Sezione Statistiche sono stati aggiornati i dati mensili del Trasporto autostradale


4 maggio 2020
Nella Sezione Statistiche sono stati aggiornati i dati mensili del Trasporto aereo


15 aprile 2020
Nella Sezione Statistiche sono stati pubblicati gli indicatori elaborati dall’Istat sulla Competitività del settore Trasporto e magazzinaggio

19 marzo 2020
Nella Sezione Statistiche sono stati aggiornati i dati annuali dei Viaggi degli italiani in Italia e all’Estero

17 marzo 2020
Nella Sezione Statistiche  sono stati aggiornati i dati trimestrali ed annuali dei Prezzi alla produzione dei servizi